• La Terra di Paride

    La Terra di Paride

    BLOG


2018 - Costruzione dell'incensiere in bucchero etrusco del Museo Archeologico di Artimino.

Un oggetto tanto prezioso che aspettava da tempo una riproduzione finalmente è entrata a far parte delle mie collezioni. Basandomi su una scarsa documentazione e qualche foto, ho lavorato cercando di comprendere al meglio come fosse stato realizzato, in 5 parti separate, collegate tra loro tramite incastri e perni. Per l'iscrizione incisa ho preso come riferimento un alfabeto etrusco del VII sec. a.C. Sul piede traforato ho inciso l'iscrizione relativa alle esequie di Larthuza Kulenie.


2018 - Realizzata la prima serie di piccoli magneti in 2D "La terra di Paride".

Questi sono i primi modelli di una lunga serie di magneti in corso di realizzazione, ceramica dipinta a mano.


2017 - La Casa del Re - Acropoli del Parco Archeologico di Baratti-Populonia

Collaborazione nella realizzazione della capanna etrusca denominata "la Casa del Re" e riproduzioni archeologiche della ceramica etrusca di allestimento.


2017 - Riproduzione di anfora Dressel 2-4 - provenienza Pompei.

Anfora di forma XII (Dressel 2-4) dal corpo ovoidale allungato, grande puntale dall’estremità arrotondata, spalla obliqua, collo cilindrico con orlo arrotondato, anse con doppio bastoncello con gomito arrotondato, attaccate sotto l’orlo e sulla spalla. Argilla rossiccia con ingubbiatura rossiccia stesa a grosse pennellate. altezza: cm 98; diametro cm 30; diametro orlo cm 14.

2017 Grosseto - MAAM Museo Archeologico - 2016 Mount Allison University CANADA - 2015 Archeodromo di Poggibonsi

2017 MAAM: riproduzioni archeologiche di ceramica etrusca e laboratori didattici.

2016 Mount Allison University / CANADA : Riproduzioni di ceramica greca e romana.

2015 Poggibonsi: riproduzioni di ceramica altomedioevale di allestimento.


2014 Camaiore Museo archeologico - 2013 Mount Allison University CANADA - 2009 Asti Museo Archeologico

2014 Camaiore: riproduzioni archeologiche di ceramica etrusca, greca, ceramica romana comune e terra sigillata.

2013 Mount Allison University / CANADA : Riproduzioni di ceramica greca e romana.

2009 Asti Museo Archeologico: riproduzioni archeologiche di ceramica romana in terra sigillata.


2008 Aosta Museo Archeologico - 2007 Seravezza Palazzo Mediceo - 2007 Grosseto "Sulle vie degli etruschi"

2008/2009 Aosta mostra museale "Agli Dei Mani" presso Museo Archeologico. riproduzione archeologica di ceramica romana comune ed in terra sigillata.

2007 Seravezza mostra espositiva di ceramica etrusca, ceramica greca ed affreschi presso la Cappella del Palazzo Mediceo.

2007 Grosseto "Sulle vie degli etruschi", esposizione di ceramica etrusca.


2004 - 2002 Roma Torretta "Valadier" di Ponte Milvio.

Mostra espositiva "Tesori Sommersi", ceramica etrusca, greca, anfore romane, sculture, affreschi.


Costruzione di anfore romane tipo Dressel.

Come nella lavorazione originale, il corpo del vaso viene eseguito al tornio, in più fasi, con asciugature intermittenti per conferirgli solidità. La modellazione del vaso avviene mediante la tecnica "a colombino", ovvero per aggiunte successive di cordoncini di argilla che vengono avvolti a spirale lungo il perimetro del vaso. L'argilla utilizzata nella costruzione è ricca di inclusi, minerali e pietrisco che conferiscono al vaso una notevole resistenza, io utilizzo come base argilla antigeliva.

Questo esemplare di Dressel-1B ha una altezza di circa 110cm e 32 cm di diametro. Effetto invecchiato applicato a freddo.


Costruzione di un grande vaso bonsai.

Prima di avviare la costruzione è bene avere a portata di mano sagome, tavole, tutto quello che occorre per la messa in squadro del nostro vaso, per evitare il collassamento ed imbarcature varie. Per il vaso in questo esempio mi sono dovuto organizzare per il successivo ribaltamento.

La modellazione a colombino o lastre procede lentamente, mantenendo umido il manufatto e facendo attenzione a non intrappolare bolle d'aria durante la costruzione.

La costruzione è terminata, ed è bene seguire la fase di asciugatura..prima della lenta cottura finale


Collezione figure nobili dei territori maremmani: costruzione di vacca e toro maremmano "doc".

Iniziai a costruire il modello avvolgendo lastre di argilla attorno a fogli di giornale.

Una volta ribaltato il modello su di un invasatura creata appositamente, ho costruito le zampe piene e livellate.

Dopo la cottura li ho dipinti con colori a freddo.

La maremmana ancora non sa che è in arrivo il suo compagno...

Per il toro ho previsto i fori di incastro per aggiungere orecchie, corna e coda in un secondo tempo.

Ho aumentato il volume della muscolatura per un super-toro!

Eccoli insieme, finalmente, una bella coppia di bovini maremmani.


Costruzione di una lucerna romana.

I primi due pezzi, il serbatoio lavorato al tornio ed il becco realizzato pieno.

Montaggio delle due parti e di eventuali figure in bassorilievo da applicare sul serbatoio, rifinitura

Con il modellino finito ho creato uno stampo in gesso in due sezioni. Quando lo stampo sarà asciutto potrò realizzare il primo esemplare della mia lucerna.

Una volta estratta dallo stampo creo i fori sul serbatoio e sul becco, a volte ci sono anche dei piccoli fori di sfiato.

Dopo l'asciugatura applico un ingobbio, segue la cottura finale e la nostra lucerna è pronta per l'uso.